Italiano

IV domenica d Pasqua

Nella liturgia oggi risuona ancora la voce del Pastore “che chiama le sue pecore”.

“Quel Gesù che è stato crocifisso e che Dio ha costituito Signore e Cristo” è l’unico vero Pastore. Egli è tale perché è entrato e uscito per la porta stretta della sua Pasqua di morte e resurrezione. Il fatto che abbia deposto la sua vita per le sue pecore ha aperto per sempre l’ingresso al “recinto delle pecore”, luogo di intima relazione fra il Pastore e i suoi. Entrerà chi segue le orme del Pastore/Agnello sacrificato, chi ne ascolta la voce e passa alla conoscenza del suo amore. Seguirlo e ascoltarlo (due volti della stessa realtà) fa compiere ad ogni battezzato l’esodo definitivo alla vita eterna, poiché ogni esistenza consumata nell’amore e resa conforme al modo di amare del Cristo, rimane. Solo il Crocifisso Risorto e la porta per la quale si entra in questa vita che rimane. Il Padre non ha mostrato un’altra via: beati coloro che alle sue orme attaccheranno il loro piede perché troveranno riposo e sazietà alla mensa del suo amore.

Dal Vangelo secondo Giovanni (10,1-10)

In quel tempo, Gesù disse: “In verità io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra dalla porta, è pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori. E quando ha spinto fuori tutte le sue pecore, cammina davanti a esse, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei”. Gesù disse loro questa similitudine, ma essi non capirono di che cosa parlava loro.

Allora Gesù disse loro di nuovo: “In verità, in verità io vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvato; entrerà e uscirà e troverà pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza”. 

Don Pino Esposito

Don Pino Esposito Foto di Don Pino Esposito Parroco delle Parrocchie della SS.Trinità in San Donato di Ninea, di Santa Rosalia, e del SS. Salvatore in Policastrello
       
      S.Donato di Ninea,       Italia    
donpinoesposito@donpinoesposito.it

Don Pino Esposito Home page

: Facebook Don Pino EspositoTwitter Don Pino EspositoGoogle+ Don Pino EspositoYoutube Don Pino EspositoFlickr Don Pino EspositoTumblr Don Pino EspositoBlogger Don Pino EspositoPinterest Don Pino Esposito